I momenti salienti della nostra storia".


Elenco post anno 2017



La preghiera delle madri ebree, mussulmane e cristiane in Israele
In Israele è avvenuto un piccolo grande miracolo quasi completamente ignorato dai Media: migliaia di donne ebree, mussulmane e cristiane hanno camminato insieme, in Israele per la Pace.
Nel nuovo video ufficiale (che sotto presentiamo) del movimento "Women Wage Peace" la cantante israeliana "Yael Deckelbaum canta la canzone Prayer the Mothers" (La preghiera delle madri), insieme a donne e madri di tutte le religioni, mostrandoci che la "musica" sta cambinando e "deve cambiare".
Un Miracolo tutto femminile che vale più di mille parole vuote ed inutili.
Shalom ! Salam ! Peace ! Pace !

Pubblichiamo un accorato appello di P.Querzani dal Congo, con un invito a prendere conoscenza dei problemi, leggendo gli allegati.

Cari AMICI, domani 31 dicembre 2017 sarà per noi in Congo una giornata particolarmente sensibile e cruciale.
Tutti i fedeli della Chiesa cattolica del Congo, dopo la Messa celebrata nelle prime ore del mattino, sono invitati a partecipare nelle diverse regioni di questo grande Paese alla “marcia pacifica” indetta e organizzata dal Comitato del Laicato cattolico col sostegno dei Vescovi del Congo che hanno invitato tutti i congolesi ha “prendere il loro destino in mano” di fronte a un regime dittatoriale che in 17 anni ha rovinato il Paese e cerca a tutti i costi di mantenersi al potere nonostante il secondo e ultimo mandato costituzionale del Presidente Kabila sia scaduto già da un anno.
Scopo della marcia : rivendicare il rispetto dell’Accordo raggiunto un anno fa’ nel dialogo tra le diverse componenti politiche e mediato dai Vescovi secondo il quale le elezioni democratiche, credibili e pacifiche dovevano essere organizzate entro la fine di quest’anno.
Accordo totalmente disatteso e calpestato dal regime in carica che, al contrario, non ha fatto che intensificare le misure di repressione in maniera sempre più brutale.
La manifestazione pacifica di domani è un atto di coraggio e di sfida lanciato dai cattolici per la liberazione del loro Paese la cui popolazione, nonostante le immense ricchezze del Paese, vive in una situazione di degrado e povertà difficilmente immaginabili.
Sembra una sfida tra Davide e Golia, ma il Signore, che è il padrone della storia, ha il potere di operare anche quello che sembra umanamente impossibile.
Accompagnateci con la vostra preghiera !
P.Giovanni Querzani
Missionario a Bukavu (R.D.Congo)
P.S. Aggiungo alcuni articoli apparsi in questi giorni (in francese)

(Per leggere o scaricare i documenti in PDF cliccare sul link.)
1° - APPEL DES LAÏCS POUR LE 31 DÉCEMBREDEBOUT CONGOLAIS LEVONS NOUS ET MARCHONS
2° - Aubin Minaku assimile la marche du 31 decembre une tentative de coup d Etat
3° - MESSAGE DE LIBÉRATION DE LA CENCO LE PAYS VA MAL METTONS NOUS DEBOUT
4° - R.D.C. Coup d'Etat mont par Kalev pour stopper la marche du 31
5° - R.D.C. la stratgie de Kabila pour passer le cap du 31 decembre
6° - R.D.C. Les pretres de termins aller au bout de ce bras de fer
7° - Zimbabwe le parachute dor de Robert Mugabe


locandina marcia Cari amici del "Tavolo" un bel modo d'iniziare l'anno 2018 !
Cominciamo da Bologna !
e ritroviamoci il 7 ottobre alla marcia della pace Perugia Assisi.
(Cliccare sull'immagine per ingrandire)
Carissimi,
la festa di NATALE di quest'anno è stata eccezionale.
Ho appena finito di selezionare alcune foto scattate stamattina durante e dopo la Messa, durante la visita del Nuovo Governatore della Provincia del Sud-Kivu che è venuto a portare dei doni ai bambini (per noi è stata una inaspettata e gioiosa sorpresa !) e durante il pranzo.
I bambini erano certamente più di 200, più diversi genitori. Tutti felici e contenti.
Grazie per tutto quello che fate per noi.
(Per una migliore visualizzazione cliccare sulle immagini.)
natale-2017 natale-2017 natale-2017 natale-2017
natale-2017 natale-2017 natale-2017 natale-2017
natale-2017 natale-2017 natale-2017 natale-2017
natale-2017 natale-2017 natale-2017 natale-2017

Cliccare sull'immagine per ingrandire
tupendane DICEMBRE 2017
Cari Amici –Benefattori,
dopo il mio recente ritorno in Congo, tenendo conto della situazione politico-sociale particolarmente critica che sta attraversando questo Paese, abbiamo deciso di dare maggior incremento e slancio alle nostre attività sociali a favore di tanti bambini che si trovano in situazione di sofferenza.
La nostra Casa-famiglia “Tupendane” diretta da mamma MERIDA con l’aiuto di alcune altre mamme, accoglie e offre attualmente totale assistenza a 33 bambini e bambine, di cui due orfanelli di meno di un anno. Una simpaticissima e grande e gioiosa famiglia!
La domenica, più di un centinaio di bambini/e che in gran parte sono stati ospiti della Casa Famiglia negli anni passati, vengono a pregare e condividere il pranzo coi bimbi attualmente presenti. Nelle loro famiglie soffrono la fame!
Il nostro Centro Nutrizionale accoglie centinaia di bambini/e denutriti che ricevono cibo e cure sanitarie gratuite nel tentativo di superare lo stato di malnutrizione che minaccia il loro sviluppo fisico e psichico. Nutrire e curare tanti bambini è un impegno grande e oneroso che non possiamo assolutamente disattendere.
Più di un centinaio di bambini hanno la fortuna di poter andare a scuola perché aiutati dal nostro sostegno nel pagare tutte le spese scolastiche che lo Stato ancora impone calpestando il diritto alla scolarizzazione gratuita sancito dalla Costituzione congolese.
Il nostro Centro Sociale “Tusaidiane” di Cimpunda offre la possibilità a circa 200 mamme e ragazze di condizione molto povera (tante sono mamme dei bambini denutriti assistiti nel nostro Centro Nutrizionale) di imparare taglio-cucito e ricamo per potere in seguito esercitare un lavoro remunerativo per la loro famiglia.
E’ una attività sociale molto importante che promuove la dignità della donna e porta un reale beneficio per le loro famiglie.
Queste quattro attività sociali siamo in grado di portarle avanti solo grazie alla vostra generosa collaborazione!
In occasione del Santo Natale e del Nuovo Anno, se ne avete le possibilità, vi esorterei a continuare ad offrirci il vostro sostegno che ci permetta di portare avanti queste attività sociali nel corso del 2018 che, dal punto di vista politico-sociale, sarà certamente un anno cruciale per il nostro Congo.
Vi esprimiamo già da ora la nostra più viva riconoscenza e vi assicuriamo la nostra preghiera. Padre Giovanni Querzani
Suor Rosina Rocci
Suor Marta Kabanga
Mamma Merida, i bimbi della Casa Famiglia “Tupendane”, i bambini/e del Centro Nutrizionale, i bambini/e scolarizzati,
Le mamme e ragazze del Centro Sociale “Tusaidiane” di Cimpunda
Cliccare sull'immagine per ingrandire.
banchetto mercatino

Anche quest'anno il Tavolo per la Pace di Pianoro ha organizzato un banchetto di autofinanziamento per supportare le iniziative del Comune presso le scuole in tema di legalità e memoria.
Oggi ci trovate al mercatino di Natale di Pian di Macina.
Ci potrete trovare
mercoledì 13 dicembre al mercato,
sabato 16 al mercato contadino
domenica 17 al mercatino di Natale.
Vi aspettiamo Il Tavolo per la Pace Pianoro ringrazia tutti gli amici che oggi ci sono venuti a trovare al mercatino natalizio di Pian di Macina.

Saremo presenti con il nostro banchetto di dolciumi anche nei prossimi mercati di Pianoro del 13-16 e 17 dicembre.




volantino incontro Amici e simpatizzanti del Tavolo per la Pace Pianoro
Ho ricevuto dall’Ufficio Politiche Giovanili del Comune di Pianoro e con piacere trasmetto, il volantino dell’iniziativa sul gioco d’azzardo che si terrà giovedì 14 dicembre – ore 21,00 – presso la biblioteca comunale “Don Milani” di Rastignano in Piazza Piccini, 4/a.
La serata è organizzata dall’Amministrazione Comunale, in collaborazione con le Associazioni “Libera” e “Avviso Pubblico”; verranno presentati dei dossier:
-Azzardopoli il paese del gioco d’azzardo di Daniele Poto;
- Lose for Life di Claudio Forleo e Giulia Minieco.
Interverranno gli autori e un rappresentante di “LIBERA”.
Vi aspettiamo numerosi !
Cliccare sull'immagine per ingrandire.

teatro-1 teatro-2
"L'AZZARDO è un cancro sociale", lo ha ribadito più volte anche Papa Bergoglio; lo sfacelo sociale che produce è quotidianamente sotto gli occhi di tutti noi.
Macchinette mangiasoldi e scommesse di ogni genere stanno creando disastri familiari e sociali eppure tv e giornali scelgono di ospitare spazi pubblicitari delle aziende del gioco, anziché denunciare i danni di questa devastante piaga sociale.
Che fare?
Quale risposta possiamo dare al nostro senso di responsabilità che non ci consente di assistere indifferenti ad un tale degrado?
Sembra proprio non ci sia altra possibilità che affrontare il problema sul piano educativo e culturale.
Questo è l'obbiettivo con il quale abbiamo deciso di mettere in scena GRAN CASINO': uno spettacolo documentato e propositivo, capace di coinvolgere, emozionare e soprattutto creare consapevolezza nel pubblico, dimostrandosi così un efficace strumento di prevenzione contro la ludopatia.

pace-1 VENERDÌ 10 NOVEMBRE 2017
Pax Christi punto pace Bologna, Comunità del Baraccano
ore 21:00 - Santuario di Santa Maria della Pace del Baraccano - piazza del Baraccano 2 - Bologna
Incontro:
Costruiamo la pace nel mondo con la rivoluzione della nonviolenza.
Papa Francesco richiama la comunità cristiana a un nuovo slancio nel costruire la pace

Sarà presente:
mons. Matteo Zuppi, Arcivescovo di Bologna

Scarica o visiona il volantino dell'iniziativa
mostra MERCOLEDÌ 1 NOVEMBRE 2017
Azione Cattolica Bologna, Pax Christi punto pace Bologna, Associazione "San Vincenzo De' Paoli" Cattedrale di San Pietro - Via dell'Indipendenza 7 - Bologna
Inaugurazione Mostra:
JOSEF MAYR-NUSSER coraggioso - cristiano - solidale
programma:
ore 17:30 - Santa Messa
al termine della Messa - ore 18:30 - Inaugurazione della Mostra
con la presenza di: mons. Stefano Ottani, Vicario Generale
la mostra resterà aperta fino a sabato 18 novembre, orario 7:00-19:30
Visiona o Scarica qui la locandina
GIAN LUCA LUCCARINI - Presidente dell'Associazione Familiari delle Vittime degli eccidi nazifascisti di Grizzana-Marzabotto-Monzuno 1943-1944
(telefono cellulare 338-6551466)
Invio il programma dell'incontro previsto il 15 settembre 2017 con il sindaco di Engelsbrand .
( Sindaco che ha dato la medaglia a Kusterer e poi ritirata.)
All'incontro sono invitati i famigliari.

Questo è il programma che abbiamo proposto per il 15 Settembre:
ore 9,30 : ricevimento in Municipio alla presenza delle Associazioni
ore 10,30 : visita al Sacrario ai Caduti
ore 11,00 : incontro alla Scuola di pace e visita a Monte Sole




MESSAGGIO AI NOSTRI AMICI-BENEFATTORI SCUOLA DI TAGLIO E CUCITO 2016/2017

grupo fine corso Bukavu di cucitoCari Amici - Benefattori, il 24 giugno è stata per noi qui a Bukavu una giornata di grande festa.

Leggi il resto della lettera di padre Querzani con la serie delle foto che fanno da corollario alla bella festa.    CLICCARE QUI  




È inaccettabile che non se ne parli, ma soprattutto è inaccettabile che al 90 per cento siano gli interessi dei Paesi industrializzati a scatenate o ad alimentare questi conflitti.

Appello di padre Alex Zanotelli ai giornalisti: «Rompiamo il silenzio sull'Africa»
Rilanciamo l'appello che il missionario Comboniano, direttore della rivista Mosaico di Pace, rivolge alla stampa italiana. «Non vi chiedo atti eroici, ma solo di tentare di far passare ogni giorno qualche notizia per aiutare il popolo italiano a capire i drammi che tanti popoli stanno vivendo», scrive.

Articolo di Alex Zanotelli*
Scusatemi se mi rivolgo a voi in questa torrida estate, ma è la crescente sofferenza dei più poveri ed emarginati che mi spinge a farlo.
Per questo come missionario uso la penna (anch'io appartengo alla vostra categoria) per far sentire il loro grido, un grido che trova sempre meno spazio nei mass-media italiani.§
Trovo infatti la maggior parte dei nostri media, sia cartacei che televisivi, così provinciali, così superficiali, così ben integrati nel mercato globale.
So che i mass-media , purtroppo, sono nelle mani dei potenti gruppi economico-finanziari, per cui ognuno di voi ha ben poche possibilità di scrivere quello che vorrebbe. Non vi chiedo atti eroici, ma solo di tentare di far passare ogni giorno qualche notizia per aiutare il popolo italiano a capire i drammi che tanti popoli stanno vivendo.
Mi appello a voi giornalisti/e perché abbiate il coraggio di rompere l'omertà del silenzio mediatico che grava soprattutto sull'Africa. (Sono poche purtroppo le eccezioni in questo campo!)
È inaccettabile per me il silenzio sulla drammatica situazione nel Sud Sudan (il più giovane stato dell'Africa) ingarbugliato in una paurosa guerra civile che ha già causato almeno trecentomila morti e milioni di persone in fuga.
È inaccettabile il silenzio sul Sudan, retto da un regime dittatoriale in guerra contro il popolo sui monti del Kordofan, i Nuba, il popolo martire dell'Africa e contro le etnie del Darfur.
È inaccettabile il silenzio sulla Somalia in guerra civile da oltre trent'anni con milioni di rifugiati interni ed esterni.
È inaccettabile il silenzio sull'Eritrea, retta da uno dei regimi più oppressivi al mondo, con centinaia di migliaia di giovani in fuga verso l'Europa.
È inaccettabile il silenzio sul Centrafrica che continua ad essere dilaniato da una guerra civile che non sembra finire mai.
È inaccettabile il silenzio sulla grave situazione della zona saheliana dal Ciad al Mali dove i potenti gruppi jihadisti potrebbero costituirsi in un nuovo Califfato dell'Africa nera.
È inaccettabile il silenzio sulla situazione caotica in Libia dov'è in atto uno scontro di tutti contro tutti, causato da quella nostra maledetta guerra contro Gheddafi.
Èinaccettabile il silenzio su quanto avviene nel cuore dell'Africa , soprattutto in Congo, da dove arrivano i nostri minerali più preziosi. È inaccettabile il silenzio su trenta milioni di persone a rischio fame in Etiopia, Somalia , Sud Sudan, nord del Kenya e attorno al Lago Ciad, la peggior crisi alimentare degli ultimi 50 anni secondo l'ONU.
È inaccettabile il silenzio sui cambiamenti climatici in Africa che rischia a fine secolo di avere tre quarti del suo territorio non abitabile. È inaccettabile il silenzio sulla vendita italiana di armi pesanti e leggere a questi paesi che non fanno che incrementare guerre sempre più feroci da cui sono costretti a fuggire milioni di profughi.
(Lo scorso anno l'Italia ha esportato armi per un valore di 14 miliardi di euro!). Non conoscendo tutto questo è chiaro che il popolo italiano non può capire perché così tanta gente stia fuggendo dalle loro terre rischiando la propria vita per arrivare da noi.
Questo crea la paranoia dell'"invasione", furbescamente alimentata anche da partiti xenofobi.
Questo forza i governi europei a tentare di bloccare i migranti provenienti dal continente nero con l'Africa Compact , contratti fatti con i governi africani per bloccare i migranti.
Ma i disperati della storia nessuno li fermerà.
Questa non è una questione emergenziale, ma strutturale al sistema economico-finanziario. L'ONU si aspetta già entro il 2050 circa cinquanta milioni di profughi climatici solo dall'Africa.
Ed ora i nostri politici gridano: «Aiutiamoli a casa loro», dopo che per secoli li abbiamo saccheggiati e continuiamo a farlo con una politica economica che va a beneficio delle nostre banche e delle nostre imprese, dall'ENI a Finmeccanica.
E così ci troviamo con un Mare Nostrum che è diventato Cimiterium Nostrum dove sono naufragati decine di migliaia di profughi e con loro sta naufragando anche l'Europa come patria dei diritti.
Davanti a tutto questo non possiamo rimane in silenzio. (I nostri nipoti non diranno forse quello che noi oggi diciamo dei nazisti?).
Per questo vi prego di rompere questo silenzio- stampa sull'Africa, forzando i vostri media a parlarne. Per realizzare questo, non sarebbe possibile una lettera firmata da migliaia di voi da inviare alla Commissione di Sorveglianza della RAI e alla grandi testate nazionali?
E se fosse proprio la Federazione Nazionale Stampa Italiana (FNSI) a fare questo gesto? Non potrebbe essere questo un'Africa Compact giornalistico, molto più utile al Continente che non i vari Trattati firmati dai governi per bloccare i migranti?
Non possiamo rimanere in silenzio davanti a un'altra Shoah che si sta svolgendo sotto i nostri occhi.
Diamoci tutti/e da fare perché si rompa questo maledetto silenzio sull'Africa.

*Alex Zanotelli è missionario italiano della comunità dei Comboniani, profondo conoscitore dell'Africa e direttore della rivista Mosaico di Pace.



Ecco i selezionati per la X edizione di MyGeneration: la serata Contest con la PROIEZIONE e le PREMIAZIONI si terrà SABATO 19 Novembre 2016 presso la Sala Consiglio del Municipio di NICHELINO.
CONCORSO NICKELCLIP
  • Best of The Best di Hermes Mangialardo (Anthony B. feat. Capleton Sizzla Jah Clarity, 3'19")
  • Semplicemente di Luca Lumaca (Bluevertigo, 3'45")
  • La grande crocifissione di Davide Pannucci (4'26")
  • Dio minore di Murta Prod. (Arkam, 3'55")
  • Everytime di AA.VV. (The Wooden Brothers, 3'38")
  • Disordine di Andrea Di Bartolo / dBa (Viridanse, 6'02")
  • Zombie Boyfriend di Ivan Vania (Gli Shakers, 4'35")
  • Micamicapisci di Daniele Pignatelli (Misga, 3'27")
  • La Danse di AmicoHarvey (Adam Smith, 5'40")
  • Un lungo viaggio di Andrea Mondati (Ginokiello Luciano, 5'33")
  • Immaginianime di Alessandro Benna (3'44")
  • Please Baby Please di Marzio Santoro (Elks, 2'54")
  • Quel sangue è pure il mio di Marco Coppola (Matteo Cavallari, 3'25")
  • Tutto taceva di Marco Coppola (Matteo Cavallari, 3'13")
  • Shut Up di Hermes Mangialardo (4'25")
  • Sorrow Into Stone di Solenn Le Marchand (Sara Lov, 4'07")
  • Stop di Mario Bonaventura (Lips' Aroma, 3'18")
  • Clap Your Hands di Mattia Barbati (The Chicken Queens, 6'46")
  • Cooking Breakfast for the One I Love di Hermes Mangialardo (Mauro Ottolini & Sousaphonix, 4'21")
  • clip video vincenti


    Un invito per tutti
    Invito incontro Invito incontro




    Amici e simpatizzanti del Tavolo per la Pace Pianoro
    grazie alla vostra partecipazione alla cena di autofinanziamento dell’8 aprile u.s., anche quest’anno il Tavolo è in grado di contribuire alle spese dei ragazzi volontari che andranno a prestare la loro opera in un campo di lavoro sorto sui terreni confiscati alla mafia.

    Ricevo e con piacere vi trasmetto, il bando oggetto di questa iniziativa, emesso dal Comune di Pianoro. Paola Rodolfi

    Avviso per la selezione di volontari per i campi di volontariato sui terreni confiscati alle mafie
    Nell’ambito del progetto sovra distrettuale “Talenti” co-finanziato dalla Regione Emilia Romagna (ai sensi della L.R. 14/2008) i Comuni promotori mettono a disposizione n. 5 posti all’interno di un campo di lavoro sui terreni confiscati alle mafie che si svolgerà dal 3 al 9 luglio 2017 a Cutro e Isola di Capo Rizzuto (Calabria), con partenza da Bologna il 2 luglio 2017 e ritorno a Bologna il 10 luglio 2017.
    L'obiettivo principale del campo di volontariato è quello di diffondere una cultura fondata sulla legalità e sul senso civico, che possa efficacemente contrapporsi alla cultura della violenza, del privilegio e del ricatto.
    Si dimostra così che è possibile ricostruire una realtà sociale ed economica fondata sulla pratica della cittadinanza attiva e della solidarietà.
    Il campo, oltre al lavoro sui terreni insieme agli operatori delle cooperative e delle associazioni, prevede sessioni di studio e informazione sulle tematiche legate al contrasto alle mafie e sulla tutela dei diritti.
    L’esperienza del campo di lavoro si articola su tre momenti di attività diversificate: il lavoro agricolo o attività di risistemazione del bene, lo studio e l’incontro con il territorio per uno scambio interculturale.v La giornata tipo del campo di lavoro antimafia sarà quindi così suddivisa:
    - la mattina attività lavorativa sui campi e/o di risistemazione dei beni confiscati;
    - il pomeriggio attività formativa;
    - la sera iniziative di animazione territoriale e socialità con il coinvolgimento delle comunità locali.

    Il termine per la presentazione della domanda di partecipazione è stabilito entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 31/05/2017.

    Per maggiori informazioni consultare l'avviso di selezione e la domanda di partecipazione.
    Per info: Uff. Politiche Giovanili - Comune di Pianoro, Tel. 051 6529175-149-108
    E-mail: alice.milano@comune.pianoro.bo.it; laura.raite@comune.pianoro.bo.it

    1) - Bando per la selezione dei volontari (PDF)
    2) - Informazioni sanitarie (PDF)
    3) - Domanda di partecipazione (DOC)
    4) - Volantino (PDF)


    Unità di Base Politiche del lavoro, per l'integrazione, orientamento, formazione per gli adulti e politiche giovanili Istruttore Amministrativo
    Laura Raitè
    P.zza dei Martiri, 1
    40065 Pianoro - Bo
    Tel.051/6529108
    laura.raite@comune.pianoro.bo.it





    A giugno ci saranno due campi di "E! State Liberi" anche sul nostro territorio, rivolti ai ragazzi tra gli 11 e i 14 anni!
    Per informazioni e prenotazioni:
    - Oltre il Ponte, dal 12 al 18 giugno: comunicazione.emiliaromagna@libera.it
    - Accampiamoci, dal 26 giugno al 2 luglio: comunicazione.liberabologna@gmail.com

    articolo sui campi di libera




    incontro fra religioni

    Loiano – Monghidoro (Bologna)

    L’associazione informale culturale di Loiano e Monghidoro “Il Tarlo”, in collaborazione con l’associazione “Piazza Coperta le Pozze” ha organizzato per il prossimo 5 maggio un incontro pubblico a titolo “Dialogo fra monoteismi un percorso comune per la pace” che si terrà nella sala consiliare del municipio di Monghidoro in via Matteotti 1.
    Un convegno sul tema della pace, e dei rapporti interreligiosi che avrà come relatori monsignor Matteo Maria Zuppi arcivescovo di Bologna, per il cristianesimo, Yassine Lafran nelle vesti di coordinatore della comunità musulmana bolognese, per l’islam, e un rabbino della sinagoga ebraica bolognese per l’ebraismo.
    Il dibattito sarà introdotto dal professor Adriano Monari e coordinato dal giornalista de “il Resto del Carlino” Paolo Brighenti di Pianoro.

    E a proposito di Pianoro a nome di amici e simpatizzanti del “Tavolo per la Pace” di Pianoro Paola Rodolfi nel diffondere la notizia dell’incontro ha espresso il suo plauso all’iniziativa. «Piaccia o non piaccia – ha scritto la Rodolfi sul sito www.pacepianoro.it – la nostra è una società destinata a essere sempre più interetnica e interreligiosa, per cui l’unico percorso praticabile, anche se impervio, è il dialogo, la vicinanza, l’accoglienza. Del resto, la cosiddetta diversità può essere, a seconda dei punti di osservazione, un ostacolo insormontabile o una risorsa che ci arricchisce, ci completa, ci aiuta a spezzare l’isolamento. Purtroppo dobbiamo constatare che la convivenza con tutti coloro che consideriamo gli “altri” è difficoltosa, problematica, e troppo spesso conflittuale, in quanto manca la voglia di conoscerci e di dialogare tra di noi. L’iniziativa del prossimo 5 maggio – osserva Paola Rodolfi – sarà un’occasione di dialogo tra monoteismi; un approfondimento sui diversi punti di vista e, speriamo, sia l’inizio di un percorso di conoscenza e di informazione che porti a un percorso di pace».

    In ogni caso è singolare che un’associazione laica, come infatti lo è “Il Tarlo”, abbia intrapreso un’iniziativa come questa ma non è un caso.
    Molto è dovuto all’attività di un personaggio come Renato Tattini chierichetto in gioventù, poi segretario del Pci loianese, sindacalista Cgil, segretario del sindacato pensionati Spi-Cgil a Pianoro, e ora attivo a favore dell’integrazione tra i vecchi abitanti della montagna bolognese e i tanti immigrati islamici che vi hanno preso residenza.
    Con una predilezione per il pontificato di papa Francesco visto come un “papa rivoluzionario” «che oltre a predicare il Vangelo cerca anche di praticarlo» per le sue aperture alle altre fedi, ai divorziati, agli omosessuali, ai preti sposati e a donne più impegnate nelle chiese.




    Amici e simpatizzanti del Tavolo per la Pace Pianoro
    siamo felici di allegare il volantino dell'evento organizzato dal gruppo culturale "Il Tarlo" di Monghidoro/Loiano che avrà per tema " I tre monoteismi: un percorso comune per la pace".
    L'evento si terrà il 5 maggio p.v. alle ore 20,30 presso il municipio di Monghidoro.
    I relatori del dibattito saranno:
    - per l'ISLAM il dott. Yassine Lafran, coordinatore della comunità mussulmana bolognese;
    - per l'Ebraismo ancora non si conosce il nome del referente;
    - per il Cristianesimo/Cattolicesimo parteciperà S.E. Mons. Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna.

    La nostra è una società destinata ad essere sempre più interetnica e interreligiosa, piaccia o non piaccia, per cui l'unico percorso praticabile, anche se impervio, è il dialogo, la vicinanza, l'accoglienza.
    Del resto , la cosiddetta "diversità" può essere, a seconda dei punti di osservazione, un ostacolo insormontabile oppure una risorsa che ci arricchisce, ci completa, ci aiuta a spezzare l'isolamento.
    Purtroppo dobbiamo constatare che la convivenza con tutti coloro che consideriamo gli "altri" è difficoltosa, problematica e spesso conflittuale, in quanto manca la voglia di conoscerci e di dialogare.
    L'iniziativa del 5 maggio p.v. sarà un'occasione di dialogo tra monoteismi; un approfondimento sui diversi punti di vista e speriamo sia l'inizio di un percorso di conoscenza e d'informazione che porti a un percorso comune di pace.

    Paola Rodolfi

    Per visionare o scaricare la locandina in formato PDF cliccare   QUI



    Abbiamo ricevuto da Padre Querzani una lettera piena di tristezza, amarezza e timore per la drammatica situazione politica che ora regna nel Congo e che anche la missione di Bukavu ne risente pesantemente.
    Ecco come inizia...

    "Cari Amici, inviare informazioni sulla situazione del Congo nel contesto attuale di incertezza e di crescente tensione non è facile. E mette molto a disagio.
    L’accordo politico faticosamente raggiunto il 31 dicembre, grazie alla paziente e tenace mediazione dell’episcopato congolese, aveva suscitato euforia e speranza.
    Ma l’entusiasmo è durato poco.
    Alle molteplici difficoltà sorte per dare un’applicazione concreta agli accordi, si è aggiunto un fatto traumatico e inatteso: la scomparsa del leader storico dell’Opposizione, Etienne Tshisekedi, morto di embolia polmonare il 1 febbraio a Bruxelles in occasione di un controllo medico.
    Questo avvenimento ha sconvolto il fragile equilibrio negoziale determinando un bloccaggio politico totale.


    Leggi l'intera lettera...cliccando  QUI  



    locandina incontro villa pallavicini Amici e simpatizzanti del Tavolo per la Pace Pianoro
    come ben sapete, i rapporti con l'Associazione "Amigos de Pianoro" e il Tavolo, nati nel 2005 con il conferimento della cittadinanza onoraria a Padre Ivo Paoloni, si cono consolidati nel tempo ed è quindi con molto piacere che, in allegato, vi trasmettiamo il volantino di una iniziativa organizzata da ISCOS Emilia Romagna ONLUS, CISL Emilia Romagna e CISL Area Metropolitana Bologna
    La manifestazione in argomento si terrà sabato 4 marzo p.v. a Villa Pallavicini (via Emilio Lepido 146 Bologna) ed è incentrata su due argomenti:

    1) ENRICO GIUSTI: UNA VITA PER LA SOLIDARIETA'
    - ORE 15,30 – Presentazione del libro "NOVA ESPERANCA: MIRACOLO BRASILIANO", che narra la storia avvincente di una favelas di S.Paolo diventata quartiere grazie ad un coraggioso missionario (frate Ivo Paoloni) che ha trovato il sostegno di uno straordinario cappellano di fabbrica (diventato sindacalista della CISL Padre Enrico Giusti) e di tante generose famiglie di Pianoro.
    Questo libro,scritto da alcuni testimoni e ricco di tanti documenti e fotografie, sarà presentato da S.E. Mons MATTEO ZUPPI, Arcivescovo di Bologna, con testimonianze di Pierluigi Stefanini, Simonetta Saliera Mons. Antonio Allori e Amigos de Pianoro.

    2) KURDISTAN IRACHENO: DAGLI ANNI '90 A OGGI UNA STORIA DI SOLIDARIETA' INTERNAZIONALE
    Interverranno Andrea Cortesi (Direttore ISCOS Emilia Romagna Onlus), Davis Issammadem (Presidente comunità curda in Italia) e Gianfranco Cattai (Presidente Focsiv).

    - ore 18,30 – Aperitivo
    - Ore 19,30 – CENA DI SOLIDARIETA' con menù italo/turco (€25) a favore dei giovani e delle donne vittime di guerra in Kurdistan (iraq)

    Per prenotare la cena:
    ISCOS ER tel. 051 256842/53
    e.mail:iscos.emiliaromagna@cisl.it

    Vi aspettiamo numerosi.
    Paola Rodolfi



    memoria Amici e simpatizzanti del Tavolo per la Pace Pianoro
    Anche quest'anno vogliamo ricordare la giornata della memoria con una iniziativa, organizzata di concerto con il Comune di Pianoro e ANPI Pianoro.
    Venerdì 27 gennaio p.v., presso Pianoro Factory – ore 20,30 – ci sarà la proiezione del film "IL LABIRINTO DEL SILENZIO" del 2014.
    Si può dimenticare l'Olocausto?
    La Germania lo fece per quasi vent'anni, come se il processo di Norimberga avesse chiuso per sempre quel capitolo mostruoso, cancellandolo come se non fosse mai avvenuto.
    Siamo nel 1958 e il giovane procuratore Johann Radmann si imbattè in alcuni documenti che aiutarono a dare il via al secondo processo di Auschwitz.
    Assumere il proprio passato divenne da allora un dovere morale per tutta la Germania: il silenzio è rotto.
    A seguire un approfondimento tematico a cura della dottoressa Roberta Mira, membro della segreteria provinciale ANPI.

    Sabato, 28 gennaio p.v. – alle ore 10,00 – presso la sala del Consiglio Comunale di Pianoro, saranno consegnate le "Medaglie della Liberazione", conferite dal Ministero della Difesa ai partigiani, agli ex internati nei lager nazisti e agli ex combattenti inquadrati nei reparti regolari delle Forze Armate residenti nel nostro Comune.
    Troverete il volantino delle iniziative cliccando  QUI  
    Vi aspettiamo numerosi
    Paola Rodolfi



    presentazione_quaderno_Corticella-gennaio-2016

    Sabato 14 gennaio, ore 9.30 - Biblioteca Corticella / Sala Adolfino Alessandri (Via Gorki 14 - Bologna)

    La strage alla stazione vista dagli studenti di Corticella

    Presentazione del quaderno "2 agosto 1980" e della mostra con disegni e collage realizzati dagli studenti della 5^A e 5^B della scuola elementare Villa Torchi (a.s. 2014/15), già premiati a Roma dal Presidente della Repubblica in occasione del Giorno della memoria delle vittime del terrorismo.

    Si ringrazia l'Assemblea legislativa Emilia-Romagna per aver stampato il quaderno, valorizzando così il lavoro di studenti ed insegnanti.
    Realizzazione grafica a cura di Massimiliano Martines.
    Alcune copie del quaderno saranno disponibili gratuitamente presso la Biblioteca.
    Durante la mattinata saranno inoltre proiettati alcuni lavori realizzati, nello stesso anno scolastico, dalla 3^A, 3^B e 3^C della scuola media Panzini, anch'essi premiati come vincitori del concorso nazionale "Tracce di Memoria"
    Parteciperanno
    Paolo Bolognesi e Paolo Sacrati Associazione familiari vittime 2 agosto 1980
    Barbara Gentilini e Nicoletta Rossi - docenti Scuola primaria Villa Torchi e Scuola secondaria di primo grado Alfredo Panzini
    Riccardo Lenzi e Cinzia Venturoli - Associazione Piantiamolamemoria
    Pietro Giurdanella - presidente Collegio infermieri IPASVI Bologna
    Daniele Ara - presidente Quartiere Navile
    Simonetta Saliera - presidente Assemblea legislativa Emilia-Romagna

    con il patrocinio di Assemblea legislativa Emilia-Romagna
    Quartiere Navile



    Giornata della memoria di venerdi 27 gennaio 2017

    ANPI Pianoro 3 gennaio alle ore 19:50 · GIORNATA DELLA MEMORIA - VENERDI’ 27 GENNAIO 2017
    ore 20.30 Proiezione del film presso il Pianoro Factory “Il labirinto del silenzio” Regia di Giulio Ricciarelli - anno 2014 durata 124 minuti

    1958. Nessuno ha voglia di ricordare i tempi del regime nazionalsocialista.
    Il giovane procuratore Johann Radmann si imbatte in alcuni documenti che aiutano a dare il via al secondo processo di Auschwitz.
    Assumere il proprio passato divenne da allora un dovere morale per tutta la Germania. Il silenzio è rotto.

    A seguire, approfondimento tematico a cura della Dott.ssa Roberta Mira , Assegnista di Ricerca presso il Dipartimento di Storia Culture Civiltà dell’Università di Bologna e membro della segreteria ANPI provinciale Bologna.

    Centro Culturale Giovanile Pianoro Factory
    Pianoro - Via dello Sport, 2/3

    SABATO 28 GENNAIO 2017 - ore 10.00 Cerimonia di consegna delle “Medaglie della Liberazione” conferite dal Ministero della Difesa ai partigiani, agli ex internati nei lager nazisti e agli ex combattenti inquadrati nei reparti regolari della Forze Armate residenti nel Comune di Pianoro

    Le medaglie saranno consegnate dal Sindaco Gabriele Minghetti
    Interverrà la Presidente dell’ANPI provinciale di Bologna Anna Cocchi
    Partecipano i ragazzi della Scuola Vincenzo Neri di Pianoro presso la Sala del Consiglio Comunale del Municipio Pianoro.
    Piazza dei Martiri n. 1